Snowboard: Miki Moioli è 2/a a Sierra Nevada, ma mette le mani sulla 3/a coppa del mondo

0
42

Quinto podio stagionale per Michela Moioli e terza coppa del mondo praticamente conquistata per la bergamasca ad una gara dalla fine.

La campionessa olimpica di snowboardcross è giunta seconda nella big final femminile a Sierra Nevada in Spagna alle spalle della francese Chloe Trespeuch e con il podio numero 29 della carriera mette sostanzialmente la firma sulla conquista della terza sfera di cristallo della carriera. La campionessa olimpica in carica porta infatti a 900 i suoi punti di vantaggio nei confronti della più immediata inseguitrice che è l’australiana Belle Brockhoff (oggi terza, mentre il successo di tappa è andato alla francese Chloe Trespeuch), ma non potrà più essere raggiunta dalle avversarie, perchè alla tappa conclusiva in programma a Veysonnaz domenica 15 marzo partecipano solamente le migliori sedici della classifica di specialità, e anche un piazzamento in ultima posizione le consentirebbe di rimanere inattaccabile.

Del resto la stagione della bergamasca del Centro Sportivo Esercito è stata di assoluto livello, con cinque podi in altrettante gare e due successi parziali a Cervinia e Big White, grazie ai quali ha dimostrato i reali valori in campo, e settimana prossima in Svizzera alzerà al cielo il terzo trofeo dopo quelli del 2016 e 2018.

Un unico momento di suspence è arrivato nei quarti di finale quando Michela, nettamente in testa alla run con le altre tre avversarie notevolmente attardate per una caduta, è a sua volta caduta in un curva a sinistra rischiando di uscire dal tracciato, tuttavia ha avuto la freddezza di riprendere la marcia e concludere positivamente, nonostante la scarsa velocità. la classifica generale vede Moioli salire a 4400 punti contro i 3500 di Brockhoff e i 2710 di Samkova.

Si complicano leggermente le cose invece per Lorenzo Sommariva in campo maschile. Il ventisettenne valdostano, presentatosi in Spagna con il pettorale di leader della generale, si è classificato al quinto posto, e il conseguente secondo posto di Alessandro Haemmerle dietro al paladino di casa Lucas Eguibar (oggi insuperabile in ogni run), permette all’austriaco di salire in vetta con 2960 punti, contro i 2950 di Sommariva, mentre Omar Visinin (eliminato nell’occasione nei quarti di finale per un undicesimo posto) è terzo con 2130 punti, tutto comunque è ancora da giocare. Il podio di giornata è completato dal tedesco Paul Berg, mentre Emanuel Perathoner è finito settimo, Filippo Ferrari dodicesimo e Michele Godino quattordicesimo.

Foto: Fisi-Pentaphoto