La Fis cancella Are. Federica Brignone vince la coppa del mondo generale

0
186
SKI WORLD CUP 2019/2020. La Thuile (Ita) 29/2/2020. Federica Brignone (Ita) . photo Alessandro Trovati - Pentaphoto

La tappa conclusiva di Are in Svezia della coppa del mondo femminile è stata cancellata dalla Fis a causa di un caso accertato di Coronavirus.

L’azzurra Federica Brignone in testa alla graduatoria provvisoria vince la sua prima coppa del mondo generale, la prima nella storia anche per lo sci azzurro femminile.

La classifica generale è stata dunque vinta dalla carabiniera valdostana che ha preceduto di 153 punti la statunitense Mikaela Shiffrin, che voleva fare in Svezia il suo rientro alle competizioni dopo la morte improvvisa del padre Jeff. LaBrignone vince anche la sfera di cristallo della specialità gigante, mentre quella di slalom se la aggiudica la slovacca Petra Vlhova. Quelle di discesa e superG erano già state assegnate all’elvetica Corinne Suter.

Il Comitato Oganizzatore delle gare di Are ha comunicato ufficialmente nel corso della riunione che si tiene quotidianamente fra i capi squadra nel tardo pomeriggio la cancellazione di tutto il programma che prevedeva la disputa di uno slalom parallelo, un gigante e uno slalom.

Che le cose andassero in questa direzione lo si è capito già dalla tarda mattinata, quando il governo svedese ha vietato lo svolgimento di manifestazioni sportive con oltre 500 persone, l’annuncio definitivo è arrivato nel corso del tardo pomeriggio, dopo che un addetto alle piste proveniente dalle gare maschili di Kvitfjell in Norvegia, ha accusato uno stato febbrile che ha indotto l’organizzazione e la Federazione Internazionale a prendere questa decisione. Un addetto che comunque, non ha avuto in nessun modo alcun contatto con i componenti della delegazione italiana, siano essi tecnici o atleti, tutti tenuti sotto controllo quotidianamente dalla Commissione Medica FISI, che precauzionalmente hanno mangiato per l’intero periodo di residenza a Are nelle proprie camere, e senza alcun contatto con gli altri addetti.

Foto: Fisi-Pentaphoto