Da lunedì verso la chiusura di tutti gli impianti sciistici dell’Alto Adige e gli alberghi

0
20986

Si va verso la chiusura degli impianti di risalita e degli alberghi delle aree sciistiche dell’Alto Adige a causa del Coronavirus.

Da domani, lunedì 9 marzo, tutti gli impianti sciistici dell’Alto Adige e gli alberghi delle zone sciistiche andranno verso la chiusura per limitare il propagarsi dell’epidemia di Covid-19 (Coronavirus).

Il presidente della Giunta provinciale di Bolzano Arno Kompatscher ha dichiarato che si tratta di un grande atto di responsabilità.

Gli hotel delle aree sciistiche e gli impianti di risalita chiuderanno così anticipatamente la stagione invernale 2019-2020.

Una decisione presa dopo un lungo dibattito tra le associazioni di categoria e i vertici politici della provincia di Bolzano, alla luce anche delle numerose disdette anche di turisti tedeschi allarmati dopo le dichiarazioni pesanti dell’istituto Robert Koch di Berlino che aveva indicato l’Alto Adige come “zona rossa” ad alto rischio.

La comunicazione ufficiale dovrebbe essere ufficializzata lunedì mattina dopo una conferenza stampa come ha dichiarato quest’oggi il presidente Kompatscher al quotidiano altoatesino Tageszeitung. Il presidente altoatesino ha dichiarato che si tratta, da parte degli operatori turistici, di una decisione saggia che ha sostenuto fin dall’inizio.

Si attende ora di capire se anche le altre aree sciistiche confinanti di Trentino e Veneto collegate all’Alto Adige dal Dolomiti Superski seguiranno la stessa strada. Si parla di una chiusura del Superski Dolomiti a partire da giovedì prossimo, ma manca ancora l’ufficializzazione.

Foto: Dolomiti Superski