Val di Fassa, addio funivia, ecco la nuova cabinovia Alba – Ciampac

0
6

Chiusa la stagione sciistica 2016/2017, in Val di Fassa si pensa già al prossimo inverno che sarà caratterizzato da un’importante novità.

Dopo più di 40 anni di servizio (era stata costruita nel 1975) la funivia Alba – Ciampac va in pensione e al suo posto sarà realizzata una nuova cabinovia che sarà realizzata da Doppelmayr.

Si tratta del nuovo modello denominato “D-Line” che, come spiega l’azienda produttrice, presenta “205 novità, 31 innovazioni e 14 nuovi brevetti si pone come nuovo punto di riferimento nel mondo degli impianti a fune per comfort di viaggio, silenziosità e tecnologia”.

Il nuovo impianto costerà 10 milioni di euro e aumenterà la portata oraria dalle 750 persone della funivia a 2000, fatto che permetterà di evitare le code che si formavano presso la stazione di partenza del nuovo impianto e che erano ulteriormente aumentate con la realizzazione del funivor Alba – Col dei Rossi che ha collegato la skiarea del Buffaure al Sellaronda. Oltre a rendere più veloce il passaggio tra le due ski area, il nuovo impianto favorirà anche gli sciatori che saranno incentivati a ripetere più volte la splendida pista nera del Ciampac. I lavori per la realizzazione del nuovo impianto inizieranno a breve e la cabinovia Alba – Ciampac sarà pronta per la prossima stagione sciistica.

«Garantiremo il ricircolo costante degli sciatori – ha spiegato Tullio Pitscheider, presidente della Ciampac e Contrin spa – ovviando alle code che si formano nei periodi di maggiore afflusso turistico in questo punto d’importante confluenza, che è diventata Alba dopo l’inaugurazione nel dicembre del 2015 della funifor Alba-Col dei Rossi. Ora la funivia è utilizzata non solo da chi sale dal paese al Ciampac, ma anche da chi arriva dal Belvedere di Canazei e dal Sellaronda e da chi giunge dal Buffaure di Pozza e si sposta in entrambi i sensi. La cabinovia, siamo certi, incentiverà anche un maggior numero di discese sulla nera Ciampac, ora sfavorito nei periodi d’alta stagione dalle code alla funivia»

Nella foto: un impianto Doppelmayr D-Line installato a Saalbach – Hinterglemm (Austria)