Tre rifugi “girevoli” sulle piste della Svizzera

0
4

Gli svizzeri, si sa, fanno girare le lancette degli orologi, fanno girare l’economia con le loro banche e fanno girare anche i… ristoranti.

Sono oltre 200 i cosiddetti “revolving restaurants” nel mondo (nessuno in Italia, moltissimi in Stati Uniti, Iran e India e ben cinque in Corea del Nord).

Molti sono in cima a torri e grattacieli (il più famoso è certamente lo SkyCity sullo Space Needle a Seattle) ma solo gli svizzeri hanno pensato di metterli anche in cima alle montagne, alla partenza delle piste da sci.

Il primo è certamente il Piz Gloria, realizzato nel 1969 e subito diventato il set di alcune scene del film di James Bond “Al servizio segreto di Sua Maestà” con George Lazenby nei panni di 007: si trova sullo Schiltorn, non lontano da Mürren e Wengen, a 2970 metri, ha 400 coperti ed è raggiungibile con la funivia. In menu lo “007 Burger” è un must.

Il Threes!xty, nella stazione montana di Mittelallalin a Saas Fee, è il più alto del mondo e si trova a 3500 metri, raggiungibili con la funicolare. Si dice che nelle giorante terse di primavera si possa vedere perfino la Madonnina del Duomo di Milano, smog metropolitano permettendo.

E poi c’è il Kuklos (nella foto) – che significa “rotazione” in greco – che gira su sè stesso in un’ora e mezza e si trova a 2048 metri di quota sulle piste di Leysin, un piccolo comprensorio a pochissimi chiloemtri da Montreux e dal Lago di Ginevra. La forma esterna dell’edificio (che conta 100 coperti) ricorda quella delle due montagne vicine – la Tour Mayen e la Tour d’Aï.