Sulla ruota di Campiglio esce ancora il 4 di Yule, disarcionato Kristoffersen, 9/o Moelgg

0
16
Sport Sci Madonna di Campiglio, FIS SKI World Cup, slalom maschile, Daniel Yule, 8 Gennaio, 2020. Ph Felice Calabro'

L’elvetico Daniel Yule bissa il successo sul Canalone Miramonti di Campiglio, Kristoffersen resta a bocca asciutta. Moelgg migliore degli azzurri 9/o.

LIVE DA MADONNA DI CAMPIGLIO – Paganini non ripete, Yule sì. Nella serata di Madonna di Campiglio lo sciatore elvetico ci prende gusto conquistando il secondo successo consecutivo con lo stesso pettorale di un anno fa bruciando le velleità di rivincita di Henrik Kristoffersen che lo scorso anno consegno su un piatto d’argento la vittoria all’elvetico con una clamorosa uscita.

Il norvegese cede il successo per soli 15 centesimi all’elvetico, mentre terzo finisce il francese Clement Noel staccato di 25 centesimi. Quarto si piazza il norvegese Sebastian Foss-Solevaag scivolato fuori dal podio per soli  centesimi a precedere Alexis Pinturault nuovo leader della graduatoria generale per un solo punto di vantaggio sul norvegese Kilde, oggi assente.

Nella serata di Yule sbiadisce un po’ il colore azzurro. A tenerlo vivo ci pensa il solito Manfred Moelgg. Il 37enne finanziere di San Vigilio di Marebbe mette giù una grande seconda manche chiusa con il 9/o tempo ad +1.39 dalla vetta. Scivola fuori dalla top10 Alex Vinatzer dopo una discreta prima manche. Il gardenese ci prova a tenere il passo dei migliori. Sporca un po’ troppo la sua azione nella seconda discesa che paga con un 13/o posto finale a +1.49.

Simon Maurberger conferma quanto di buona fatto già a Zagabria anche se non riesce a migliorare, ma conclude 16/o. Negative le manche, invece, dei vari Tonetti, Razzoli e Gross scivolati in fondo alla graduatoria. Il bolzanino chiude 24/o, l’emiliano con problemi evidenti anche di materiali 26/o ed infine Stefano Gross che ha pasticciato troppo finendo 27/o.

Ora il circo bianco si sposta ad Adelboden dove sono in programma un gigante ed uno slalom speciale il prossimo fine settimana.

Foto: Rivista Sci-Felice Calabrò