PyeongChang 2018: Marcel Hirscher: “Questo è il risultato di una brutta preparazione coreana”.

0
11

Dopo 20 slalom speciali consecutivi Marcel Hirscher non completa la sua prova tra i pali stretti e dice addio alla possibilità di mettersi al collo il terzo oro all’Olimpiade di PyeongChang 2018.

Erano due anni che Marcel Hirscher non falliva una qualificazione in slaom speciale. L’uscita di scena dell’austriaco nella prima manche dello slalom speciale olimpico di YongPyong è senz’altro la grande sorpresa di questa ultima gara individuale del programma dello sci alpino maschile.

Il vincitore degli ultimi sei dei sette slalom stagionali di coppa del mondo non riesce dunque nell’impresa di poter vincere il suo primo oro olimpico in questa specialità in carriera. Erano due anni, da Yuzawa Naeba (14 febbraio 2016) che l’austriaco non completava uno slalom.

Una uscita di scena dopo 22 secondi di gara che il campione austriaco ha così commentato ai microfoni della televisione austriaca Orf.

“L’intera settimana di preparazione allo slalom è stata davvero brutta– ha dichiarato il 28enne di Annaberg – e questo non è altro che il risultato finale. L’unica cosa che mi riesce facile dire è che devo dare l’addio a un buon risultato in slalom”.

Hirscher ha ammesso poi problemi nella preparazione in Corea. Alla fine comunque per il vincitore di sei coppe del mondo generali questa Olimpiade si chiude positivamente. “Tutto sommato – ha dichiarato Hirscher – i due ori ottenuti a questa Olimpiade sono per me comunque un grande successo”.