Levi, Ryding out sul più bello, vince Neureuther, Moelgg 9/o

0
4
LEVI, FINLAND - NOVEMBER 12: Felix Neureuther of Germany takes 1st place during the Audi FIS Alpine Ski World Cup Men's Slalom on November 12, 2017 in Levi, Finland. (Photo by Christophe Pallot/Agence Zoom/Getty Images)

Dave Ryding rovina il suo capolavoro uscendo di scena nella seconda manche dello slalom di Levi, primo appuntamento stagionale tra i pali stretti.

 

La vittoria va così al tedesco Felix Neureuther che torna sul gradino più alto del podio dopo un anno mezzo e mette in bacheca la vittoria numero 13.

Ma il palcoscenico se lo prende tutto lo slalomista inglese che è praticamente perfetto per una manche e mezza, fluido e rapido, propone una sciata tremendamente efficace e anche incredibilmente bella da vedere. Un’internata mette fine alla sua gara nella seconda manche quando aveva 51 centesimi di vantaggio su Neureuther.

Al secondo posto, con un distacco di 37 centesimi, troviamo un buon Henrik Kristoffersen mentre il podio è completato da uno straordinario Mattias Hargin (+0.45), autore di una seconda manche strepitosa che gli ha permesso di recuperare ben 9 posizioni arrampicandosi fino al terzo posto.

Ai piedi dei posti d’onore una tripletta svizzera formata Luca Aerni (+0.54) Daniel Yule (+0.54) e Loic Meillard (+0.71). Al settimo posto troviamo invece il norvegese Sebastian Foss Solevaag (+0.75), quindi Alexis Pinturault (+0.88) e il primo degli azzurri, Manfred Moelgg (+0.90) nono.

Prestazione senza squilli per Manni che porta a casa alla prima gara un discreto piazzamento tra i 10 recuperando 7 posizioni nella seconda frazione.

Peggio fa Stefano Gross, che di certo non ha trovato nella facile pista di Levi “pane per i suoi denti”. Alla fine è solo 18 esimo (+1.34) con una dignitosa seconda manche che gli ha permesso di recuperare 8 posizioni dopo il pessimo piazzamento della prima frazione.

La gara di Levi  ha segnato il gran ritorno di Marcel Hirscher a poche settimane di distanza dall’operazione al malleolo e dopo pochi giorni di allenamento a Reiteralm. Il mattatore delle ultime sei stagioni di Coppa del mondo non si è fatto attendere e dopo una prima manche decisamente positiva e un buon avvio nella seconda paga inevitabilmente la ruggine accumulata. Alla fine è 17 esimo (+1.32).

Gil altri azzurri: Giuliano Razzoli, Riccardo Tonetti e Alex Vinatzer (buoni alcuni passaggi dell’esordiente gardenese) non si erano qualificati per la seconda; Patrick Thaler e Simon Maurberger erano invece caduti nella prima manche e Tommaso Sala è stato squalificato.