GS Killington: Fede Brignone regina del Vermont, si inchinano Mowinckel e Brunner.

0
12

Federica Brignone vince il secondo gigante di coppa del mondo a Killington negli Usa. L’azzurra mette la freccia sorpassando Ragnhild Mowinckel, la più veloce nella manche mattutina.

Una Fede Brignone affamata di vittoria, dopo il podio di Soelden di un mese fa, dove però arrivava da un mese e mezzo di stop causa infortunio, coglie il primo centro stagionale. La carabiniera valdostana rischia qualcosa nella parte centrale, ma con un poderoso colpo di reni riesce a mantenere la velocità sufficiente per avviarsi verso il nono successo in carriera, il quinto in gigante, il 26/o podio in carriera e il secondo consecutivo dopo l’Opening sul Rettenbach.

Una superiorità tecnica quello dell’azzurra, sul tracciato posizionato dal suo allenatore Luca Liore, al quale anche la norvegese Ragnhild Mowinckel, la migliore nella prima manche, ha dovuto inchinarsi per ben 49 centesimi. Terza finisce l’austriaca Stephanie Brunner, al primo podio in carriera capace di rimanere nella scia delle prime due.

Grande manche anche per una Mikaela Shiffrin che vuole rendere merito al suo titolo olimpico, ma si deve accontentare di restare ai piedi del podio in quarta piazza a quasi un secondo (+0.99) dalla Brignone. Fuori a metà tracciato, invece, la vincitrice dello scorso anno Viktoria Rebensburg. Quinta troviamo la vincitrice di Soelden, Tessa Worley che deve cedere però anche il pettorale rosso alla nostra azzurra a precedere Wendy Holdener e la rimontante slovacca Petra Vlhova, risalita di ben sette posizioni.

A proposito di grandi rimonte da segnalare quella dalle retrovie della giovane austriaca Katharina Liensberger (9/a) e della francese Adeline Mugnier 12/a), ben 19 la prima, 17 la seconda.

Le altre due azzurre qualificate delle sette presenti al via non riescono a stare nella scia della loro compagna. Non crea velocità Marta Bassino, nonostante una sciata impeccabile, forse troppo, che però non le consente di mantenere un posto tra le migliori dieci. La sciatrice di Borgo San Dalmazzo chiude 11/a (+2.13), ma che da comunque morale dopo l’uscita frettolosa di Soelden.

Irene Curtoni, invece, dopo una prima manche discreta conclusa con il 15/o tempo, scia forse meno bene nella seconda lasciando lungo il tracciato un secondo e mezzo, troppo per sperare in un recupero ma terminando comunque in 14/a piazza (+2.40).

Nella prima manche non si erano qualificate Karoline Pichler e Elena Curtoni, mentre non hanno concluso la loro prova Francesca Marsaglia, uscita alla seconda porta, e Roberta Midali.

Domani appuntamento con lo slalom speciale, il secondo dopo quello di Levi con Mikaela Shiffrin grande favorita: prima manche ore 10.00 (16.00 in Italia); seconda manche ore 13.00 (19.00 in Italia) con diretta tv su RaisportHD ed Eurosport.

Foto: Fisi-Pentaphoto