Cortina: bis targato Siebenhofer in discesa sull’Olympia, 11/a Delago

0
5
Ski World Cup 2018-2019. Cortina (ITA) , 18 Gennaio 2019. Ramona Siebenhofer (AUT) , Photo: Gio Auletta / Pentaphoto

Austria ancora sugli scudi quest’oggi nella seconda discesa libera di coppa del mondo a Cortina d’Ampezzo: bis di Ramona Siebenhofer sulla collega Nicole Schmidhofer.

Su una Olympia delle Tofane affrontata nella sua interezza l’austriaca, al primo successo ieri su un tracciato leggermente accorciato, quest’oggi si ripete dimostrando di essere in un buon momento di forma. Alle sue spalle la minuta Nicole Schmidhofer, ieri un po’ a disagio, ma oggi capace di stare sulle code degli sci della sua compagna di squadra e di mantenere così i pettorale di leader della specialità.

Nella lotta tra le big la spunta Ilka Sthuec, seconda ieri dietro alla Siebenhofer, e quest’oggi scalata di una posizione in terza piazza. Quarta è una piacevole conferma, la giovane tedesca Kira Weidle. Le prime quattro  fanno gara a sè, la quinta, la tedesca Viktoria Rebensburg accusa già un gap di +1.16, Cornelia Huetter è 6/a a +1.22, Michelle Gisin è 7/a a +1.25, mentre la campionessa olimpica del superG Ester Ledecka oggi si riscatta chiudendo 8/a.

Anche oggi Lindsey Vonn, la Regina indiscussa dell’Olympia delle Tofane con le sue dodici vittorie (6 discese e 6 superG),  non riesce a trovare la giusta scorrevolezza e alla fine paga eccessivamente concludendo fuori dal podio in 9/a posizione , decisamente meglio di ieri quando era stata 15/a, a pari merito con l’austriaca Christina Ager.

Nicole Delago dopo l’uscita di ieri quest’oggi commette subito una ingenuità andando un po’ in rotazione, ma poi ritrova la compostezza, ma paga qualcosa nella parte finale. La 22enne gardenese chiude a +1.40 in 11/a piazza.

Prende ancora le misure dell’Olympia Federica Brignone in vista dell superG di domani. La carabiniera valdostana non è male nella parte alta, anche se accusa circa 7 decimi dalle migliori, poi nella parte centrale mette in campo alcuni piegoni mano giù, una sua caratteristica, non perdendo nulla, ma alla fine è comunque 12/a, subito davanti di un centesimo ad una forse delusa Nadia Fanchini, brava in prova, ma poi incapace di ripetersi in gara, finita a pari merito con la terza di ieri Stephanie Venier. Marta Bassino si difende anche oggi: è 21/a.

Non si ripete Francesca Marsaglia 29/a: cerca troppi impatti con i pali e proprio uno di questo, sul gran curvone, la scompone buttando così al vento la possibilità di ripetere il bel risultato di ieri. Ad oltre tre secondi finisce, invece, Elena Curtoni.

Domani appuntamento con il superG sull’Olympia delle Tofane (inizio ore 11.15) con diretta tv su RaisportHD ed EurosportHD.