Beaver Creek: Tommy Ford a sorpresa comanda 1/a manche gigante, male De Aliprandini

0
18

Lo statunitense Tommy Ford guida a sorpresa la prima manche del gigante maschile di coppa del mondo di Beaver Creek.

Il padrone di casa sotto una nevicata abbastanza intensa e con una visibilità non certo delle migliori ha concluso con il tempo di 1.16.40 al comando questa prima manche sulla Birds of Prey precedendo di soli 20 centesimi il norvegese Leif Kristian Nestvold-Haugen. Terzo tempo a 23 centesimi c’è un altro norvegese Henrik Kristoffersen.

Seguono quarto il redivivo compagno di squadra di Ford, Ted Ligety che dall’alto dei suoi 35 anni realizza una delle migliori manche degli ultimi anni, staccato di 61 centesimi, davanti allo sloveno Zan Kranjec che paga un ritardo molto più ampio (+0.71) e l’inserimento del canadese Trevos Philp a 79 centesimi.

Male Luca De Aliprandini che chiude con +1.70 in 15/a piazza una prova condita da qualche sbavatura a precedere un Alexis Pinturault – vincitore di Soelden –  in affanno che paga quasi 2 secondi (+1.96). Fuori quando nel finale Manfred Moelgg dopo un avvio positivo, mentre è finito lontano un lento Riccardo Tonetti (22/o a +2.62). Nei top30 anche Alex Zingerle 29/o, mentre non si sono qualificati Maurberger, Ballerin e Bosca.

Sono usciti anche alcuni dei protagonisti attesi come il giovane elvetico Marco Odermatt vincitore in superG e il tedesco Stefan Luitz.

Gara che poi dopo i primi 35 è stata interrotta per diversi minuti per la nebbia, proprio prima del nostro Dominik Paris, e poi ancora più volte.

Seconda manche in programma alle ore 20.45 in Italia (diretta tv su RaisportHD ed Eurosport).

Foto: Fisi-Pentaphoto