Beaver Creek: Beat Feuz torna al successo sulla Birds of Prey, 10/o Paris

0
23

E’ targata Svizzera la discesa libera accorciata per il vento a Beaver  Creek. L’elvetico bissa il successo dello scorso anno. Solo 10/o Dominik Paris.

Beat Feuz vince per la seconda volta consecutiva la discesa di Beaver Creek e totalizza un primo e un terzo posto nelle prime due gare veloci della stagione. Il vincitore della Coppa del mondo di specialità in carica si conferma il discesista più in forma del momento e straccia tutti sulla Birds of Prey, chiudendo con il tempo di 1’12″98, una gara abbassata alla partenza di riserva a causa del forte vento in quota.

Al secondo posto si piazza il francese Johan Clarey, sorpresa della giornata, a 41 centesimi da Feuz e pari merito con Vincent Kriechmayr. Quarto posto per Hannes Reichelt che precede Adrian Sejersted, tutti racchiusi in pochi centesimi. Il migliore degli azzurri è Dominik Paris, undicesimo a 88 centesimi da Feuz. Paris è apparso più scoordinato del solito e ha sofferto più del dovuto la pista americana, che continua a non regalargli grandi gioie. Ma anche gli altri italiani oggi si sono piazzati sotto le aspettative: Emanuele Buzzi e Mattia Casse, Matteo Marsaglia e Peter Fill rimangono fuori dai top 30, gli ultimi due in recupero di condizione fisica. Federico Simoni chiude con 4 secondi di ritardo.

Feuz guida la classifica di specialità con 160 punti, davanti a Kriechmayr con 116, Dressen con 112 e Paris con 104. La generale è invece guidata da Matthias Mayer con 221 punti, davanti a Kriechmayr 212. Terzo è Paris con 204.

Domenica il programma delle gare oltre oceano si chiude con il gigante che vede la prima manche programmata per le 17.45 e la seconda per le 20.45.

Foto: Pentaphoto